Gran Bretagna, US and France send warships through Strait of Hormuz

Matteo 24:6 Potrai parlare di guerre e di rumori di guerre, ma fare in modo che non allarmarvi. Queste cose devono accadere, ma la fine è ancora venire.

"Difficilmente passa un giorno in cui i nostri sensi non sono bastonati da qualche nuovo focolaio del terrorismo in Medio Oriente. Nonostante i nostri sforzi di fare e mantenere la pace, politico, economico, e le tensioni religiose spesso portano a disordini, violenza, e disordini. "

-Jim Bakker in "Prosperità e l'Apocalisse Coming"

Gran Bretagna, America e Francia consegnato un segnale a punta all'Iran, l'invio di sei navi da guerra guidati da un 100,000 ton portaerei attraverso le acque altamente sensibili dello Stretto di Hormuz.

This deployment defied explicit Iranian threats to close the waterway. Ha coinciso con una escalation nello scontro fra l'Occidente e l'Iran sulle ambizioni nucleari del paese.

European Union foreign ministers are today expected to announce an embargo on Iranian oil exports, amounting to the most significant package of sanctions yet agreed. Essi sono anche in grado di imporre un congelamento parziale delle attività detenute dalla Banca Centrale iraniana nella UE.

Teheran ha minacciato di bloccare lo Stretto di Hormuz in rappresaglia. Petroliere che trasportano 17 milioni di barili di petrolio passa attraverso questo corso d'acqua ogni giorno, contabilità per 35 per cento delle spedizioni di greggio trasportato via mare nel mondo. Al suo punto più stretto, situato tra l'Iran e l'Oman, Stretto è solo 21 miglia di larghezza.

Il mese scorso, Ammiraglio Habibollah Sayyari, commander of the Iranian navy, claimed that closing the Strait would be “facilmente,” aggiungendo: “As Iranians say, it will be easier than drinking a glass of water.

But USS Abraham Lincoln, a nuclear-powered carrier capable of embarking 90 aircraft, passed through this channel and entered the Gulf without incident yesterday. HMS Argyll, a Type 23 frigate from the Royal Navy, was one of the escort vessels making up the carrier battle-group. A guided missile cruiser and two destroyers from the US Navy completed the flotilla, insieme con un nave da guerra della marina francese.

Tutti e tre i paesi mantengono una presenza militare permanente nel Golfo, ma un passaggio comune attraverso lo Stretto di Hormuz da parte di tutti delle rispettive flotte è molto insolito. La flottiglia sarà passato a poche miglia della costa iraniana.

Un funzionario occidentale ha negato questa è stata una mossa provocatoria destinata ad aumentare la pressione sull'Iran. L'obiettivo era semplicemente quello di “illustrare internazionale risolve” per garantire la libera circolazione di spedizione attraverso un'arteria vitale dell'economia mondiale, ha detto.

Un portavoce del Ministero della Difesa ha confermato che “HMS Argyll ed un vascello francese unito un gruppo vettore statunitense in transito attraverso lo Stretto di Hormuz per sottolineare il costante impegno internazionale a mantenere il diritto di passaggio ai sensi del diritto internazionale.”

Il portavoce ha aggiunto che la Gran Bretagna mantiene un “costante presenza nella regione come parte del nostro contributo duraturo alla sicurezza del Golfo”. Navi da guerra della Marina Reale sono stati pattugliano la regione ininterrottamente dal 1980.

Voce di Abraham Lincoln nel Golfo venuto a dispetto di un avvertimento esplicito dall'Iran. All'inizio di questo mese, Generale Ataollah Salehi, comandante delle forze armate del paese, minacciato di rispondere con “pieno vigore” se ogni vettore statunitense avventurato nelle acque della regione. “Non abbiamo l'intenzione di ripetere il nostro avvertimento, e noi avvertiamo solo una volta,” ha detto.

La Repubblica islamica poi tenuto una esercitazione navale nello stretto di Hormuz. More Iranian military manoeuvres, nome in codice Esercizio Nobile Profeta, sono attesi nel corso d'acqua entro questa settimana.

Un altro vettore, USS Carl Vinson, has been in the Gulf and the surrounding region for several months. Abraham Lincoln’s arrival means a return to the two-carrier deployment that America has retained in the area for many years.

Each of these Nimitz class vessels carries a complement of fighter aircraft with more striking power than the entire Iranian air force. Their presence widens the options open to Western governments should Tehran attempt to retaliate for tighter sanctions by harassing international shipping lanes.

Iran could do so by laying launching attacks using warships or land-based anti-shipping missiles. Each of these threats could be countered using carrier-based aircraft.

Tuttavia, officials believe that the balance of forces against Iran makes any such move against the Strait of Hormuz highly unlikely. Iran has an interest in talking up the possibility because this can raise oil prices and increase its own revenue at a time when its economy is in severe difficulties.

One official added that no government should dismiss these threats, pointing to Iran’s actual disruption of shipping in the Gulf in the late 1980s. Another option that would fall short of launching classic military strikes would be for Iran to lay mines in shipping lanes.

All US warships deployed in the Gulf, the Red Sea and the western half of the Indian Ocean are controlled by US Fifth Fleet headquarters in Bahrain. The Royal Navy also has a small permanent staff based in the Gulf kingdom.

Fonte: Il Telegraph – Gran Bretagna, US and France send warships through Strait of Hormuz